Comune di Spilimbergo
Sito Web Ufficiale - Official Web Site

T.A.S.I.

Guida alla T.A.S.I. 2017

Anche quest’anno, allo scopo di rendere più agevole il calcolo ed il versamento delle Imposte comunali, ai contribuenti di Spilimbergo sarà inviato apposito prospetto riassuntivo degli immobili per i quali sono dovute l’IMU e la TASI, considerando i dati, le informazioni e gli aggiornamenti contenuti nella base dati comunale alla data del 31 dicembre 2015, unitamente al modello di versamento F24 precompilato.

Il primo invio avrà per oggetto l’acconto da versare entro la scadenza del 16 giugno 2017, e consentirà, eventualmente, di aggiornare o adeguare i dati dell’Ente in funzione del secondo invio per il versamento del saldo IMU e TASI, da eseguire entro la scadenza del 18 dicembre 2017.

E’ importante che il contribuente verifichi la correttezza dei dati inerenti gli immobili posseduti, i periodi e le percentuali di possesso, nonché le eventuali agevolazioni applicate allo scopo di determinare l’imposta effettivamente dovuta: la responsabilità dell’esatto versamento d’imposta resta sempre a suo carico e, per questa ragione  l’invio dei modelli precompilati non esclude l’eventuale accertamento di imposte in tutto o in parte non versate.

Il contribuente che non avesse ricevuto il modello di pagamento o avesse riscontrato irregolarità o mancanza di dati o variazioni necessarie al calcolo IMU e TASI dovute è invitato a contattare o rivolgersi all’ufficio Tributi del Comune

IL CALCOLO DELL'IMPOSTA

IL PAGAMENTO 

LA DICHIARAZIONE

MODULISTICA e documentazione

Dove rivolgersi: il personale dell'Ufficio Tributi è a disposizione per ogni adempimento inerente

T.A.S.I. - Informazioni generali

Dal 1° gennaio 2014, con l’art.1, comma 639, della Legge di stabilità n.147/2013 è istituita la IUC – Imposta unica comunale, che comprende:

  • I.M.U. l’imposta municipale propria, di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, esclusa l’abitazione principale;
  • T.A.S.I il tributo sui servizi indivisibili a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile;
  • T.A.R.I. la tassa sui rifiuti destinata a finanziare i costi del servizio raccolta e smaltimento rifiuti, a carico dell’utilizzatore.

T.A.S.I.

  • PRESUPPOSTO IMPOSITIVO: Il possesso o la detenzione di fabbricati, ivi compresa l’abitazione principale, e di aree fabbricabili, come definiti ai sensi dell’Imposta municipale propria (IMU) ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli e dell’abitazione principale, come definiti ai sensi dell’IMU (art.1, comma 669, L.n.147/2013 e s.m.i.)
  • ALIQUOTA BASE: è pari all’ 1 per mille. Il Comune, con deliberazione del Consiglio comunale, adottata ai sensi dell’art.52 – D.Lgs. n.446/1997, può ridurre l’aliquota fino all’azzeramento, e anche differenziarla in ragione del settore di attività nonché della tipologia e della destinazione degli immobili.
  • ALIQUOTA MASSIMA: L’aliquota massima complessiva dell’IMU e della TASI non può superare i limiti fissati per la sola IMU. Anche per il 2015, l’aliquota massima non può eccedere il 2,5 per mille, eventualmente maggiorato dello 0,8 per mille, a condizione che siano finanziate, relativamente alle abitazioni principali e alle unità immobiliari ad esse equiparate di cui all’art.13, comma 2 del D.L. n.201/2011, convertito, con modificazioni, dalla Legge n.214/2011, detrazioni d’imposta o altre misure, tali da generare effetti sul carico d’imposta equivalenti o inferiori a quelli determinatisi con riferimento all’IMU relativamente alla stessa tipologia di immobili.
  • Il comma 26 della L.208/2015, al fine di contenere il livello complessivo della pressione tributaria, in coerenza con gli equilibri generali di finanza pubblica, dispone, per l’anno 2016, la sospensione dell’efficacia delle leggi regionali e delle deliberazioni degli enti locali nella parte in cui prevedono aumenti dei tributi e delle addizionali attributi alle regioni e agli enti locali con legge dello Stato rispetto ai livelli di aliquote o tariffe applicabili per l’anno 2015.

    Normativa di riferimento: 

    • Legge 28 dicembre 2015, n. 208 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2016).
    • Decreto Legge 28 marzo 2014 n. 47, convertito in Legge n. 80 del 23 maggio 2014 recante 10 "Misure urgenti per l'emergenza abitativa".
    • Legge n. 147 del 27 dicembre 2013 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2014).
    • Decreto Legge n. 16/2014 - Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità dei servizi svolti dalle istituzioni scolastiche (L.68/2014).
    • Decreto Legge n. 16/2012, convertito dalla Legge n.44/2012 - Disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, di efficientamento e potenziamento delle procedure di accertamento.
    • Decreto Legge n. 201/2011 convertito dalla Legge n.214/2011 (c.d. Decreto Salva Italia), articolo 13 – Anticipazione sperimentale dell’Imposta Municipale Propria.
    • Legge 27 dicembre 2006, n.296 _ Disposizioni per la formazione del Bilancio annuale dello Stato (Legge finanziaria 2007) – art.1 – commi da 161 a 170
    • Decreto legislativo n. 446/1997, articolo 52 – Potere regolamentare in materia di tributi locali.
    • Decreto legislativo n. 504/1992 - Istituzione dell’ICI – per i soli articoli richiamati.

      To top

      T.A.S.I - Regolamento e Deliberazioni

      La Legge n.147/2013 prevede che, ai fini dell’applicazione della TASI è necessario che la disciplina sia definita con apposito Regolamento comunale e che siano stabilite le relative aliquote:

      To top

      T.A.S.I. - Annualità precedenti

      To top