Comune di Spilimbergo
Sito Web Ufficiale - Official Web Site

Forme speciali di Commercio al Dettaglio

Regime giuridico S.C.I.A.

Costituiscono forme speciali di commercio al dettaglio: 

DISTRIBUTORI AUTOMATICI

La vendita al dettaglio a mezzo di apparecchi automatici, nel caso in cui non sia effettuata direttamente dall’esercente all’interno dell’esercizio di vendita o nelle sue immediate adiacenze, è soggetta alla segnalazione certificata di inizio attività.
Nella segnalazione certificata di inizio attività devono essere dichiarati la sussistenza, per il richiedente, dei requisiti di cui all’articolo 5, il settore merceologico e l’ubicazione, nonché, qualora l’apparecchio automatico venga installato su area pubblica, l’osservanza delle norme sull’occupazione del suolo pubblico.
La vendita al dettaglio mediante apparecchi automatici in apposito locale a essa adibito in modo esclusivo viene considerata come apertura di un esercizio di vendita al dettaglio.
La vendita di alimenti e bevande a mezzo apparecchi automatici deve essere esercitata in conformità alla vigente normativa igienico-sanitaria.
La vendita al dettaglio a mezzo di apparecchi automatici esercitata dalle farmacie deve riguardare esclusivamente i generi speciali compresi nella specifica tabella di cui all’allegato A della L.R. 29/2005, con esclusione dei medicinali, e deve essere effettuata esclusivamente all’interno della farmacia o nelle sue immediate adiacenze.

PROCEDIMENTI E MODULISTICA

  • CLICCA QUI per collegarti allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Spilimbergo
    e consultare le schede dei procedimenti e accedere alla relativa modulistica

ADEMPIMENTI PER IL CITTADINO

Inizio dell’attività: 

L’attività può essere iniziata contestualmente o successivamente alla data di inizio attività indicata nella segnalazione certificata di inizio attività.
Il Comune ha 60 giorni di tempo per verificare d’ufficio la sussistenza dei presupposti e dei requisiti di legge richiesti e disporre, se del caso, con provvedimento motivato da notificare all’interessato entro il medesimo termine, il divieto di prosecuzione dell’attività e la rimozione dei suoi effetti salvo che, ove ciò sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività e i suoi effetti entro il termine prefissatogli dall’amministrazione stessa.  

Comunicazioni:

  • Al Comune ogni variazione della residenza o sede legale, nonché della ragione sociale;
  • Al Comune l’ampliamento o la riduzione della superficie di vendita, nonché la sospensione e la cessazione dell’attività.

VENDITA PER CORRISPONDENZA O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE

La vendita al dettaglio per corrispondenza, inclusa la vendita per corrispondenza su catalogo, o tramite televisione o altri sistemi di comunicazione è soggetta alla segnalazione certificata di inizio attività allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune nel quale il titolare ha la residenza, se persona fisica, o la sede legale.

A tali vendite si applica l’articolo 18 del Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 114 (Riforma della disciplina relativa al settore del Commercio).

PROCEDIMENTI E MODULISTICA

  • CLICCA QUI per collegarti allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Spilimbergo
    e consultare le schede dei procedimenti e accedere alla relativa modulistica

ADEMPIMENTI PER IL CITTADINO

Inizio dell’attività: 

L’attività può essere iniziata contestualmente o successivamente alla data di inizio attività indicata nella segnalazione certificata di inizio attività.
Il Comune ha 60 giorni di tempo per verificare d’ufficio la sussistenza dei presupposti e dei requisiti di legge richiesti e disporre, se del caso, con provvedimento motivato da notificare all’interessato entro il medesimo termine, il divieto di prosecuzione dell’attività e la rimozione dei suoi effetti salvo che, ove ciò sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività e i suoi effetti entro il termine prefissatogli dall’amministrazione stessa.  

Comunicazioni:

  • Al Comune ogni variazione della residenza o sede legale, nonché della ragione sociale;
  • Al Comune la sospensione e la cessazione dell’attività.

VENDITA DIRETTA AL DOMICILIO DEI CONSUMATORI O CON CONTRATTI FUORI DAI LOCALI COMMERCIALI

La vendita al dettaglio o la raccolta di ordinativi di acquisto presso il domicilio dei consumatori è soggetta a segnalazione certificata di inizio attività alo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune nel quale il titolare ha la residenza o la sede legale.

A tali vendite si applica l’articolo 19 del decreto legislativo 114/1998, e successive modifiche.

PROCEDIMENTI E MODULISTICA

  • CLICCA QUI per collegarti allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Spilimbergo
    e consultare le schede dei procedimenti e accedere alla relativa modulistica

ADEMPIMENTI PER IL CITTADINO

Inizio dell’attività:

L’attività può essere iniziata contestualmente o successivamente alla data di inizio attività indicata nella segnalazione certificata di inizio attività.Il Comune ha 60 giorni di tempo per verificare d’ufficio la sussistenza dei presupposti e dei requisiti di legge richiesti e disporre, se del caso, con provvedimento motivato da notificare all’interessato entro il medesimo termine, il divieto di prosecuzione dell’attività e la rimozione dei suoi effetti salvo che, ove ciò sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività e i suoi effetti entro il termine prefissatogli dall’amministrazione stessa. 

Comunicazioni:

  • Al Comune ogni variazione della residenza o sede legale, nonché della ragione sociale;
  • Al Comune la sospensione e la cessazione dell’attività.

SPACCI INTERNI

Le Amministrazioni pubbliche, le imprese e i circoli privati, le cooperative di consumo e i loro consorzi, le associazioni di volontariato, le ONLUS, le associazioni e le cooperative senza fini di lucro, possono esercitare la vendita al dettaglio a favore rispettivamente dei propri dipendenti, dei propri soci e dei familiari, in locali non aperti al pubblico, di superficie non superiore a metri quadrati 250 e privi di accesso diretto dalla pubblica via.

L’attivazione dell’esercizio e’ soggetta a segnalazione certificata di inizio attività, nella quale devono essere dichiarati la sussistenza dei requisiti di cui all’articolo 5 in capo alla persona preposta alla gestione dello spaccio, il rispetto delle norme igienico-sanitarie relativamente ai locali, il settore merceologico, l’ubicazione e la superficie di vendita.

Ai soggetti ammessi all’acquisto nei locali di cui al comma 1 deve essere rilasciata apposita tessera e i loro nominativi devono essere annotati in un apposito registro.

Il requisito del mancato accesso diretto dalla pubblica via e’ richiesto solo per i locali operanti successivamente al 31 dicembre 1998.

PROCEDIMENTI E MODULISTICA

  • CLICCA QUI per collegarti allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Spilimbergo
    e consultare le schede dei procedimenti e accedere alla relativa modulistica

ADEMPIMENTI PER IL CITTADINO

Inizio dell’attività: 

L’attività può essere iniziata contestualmente o successivamente alla data di inizio attività indicata nella segnalazione certificata di inizio attività.
Il Comune ha 60 giorni di tempo per verificare d’ufficio la sussistenza dei presupposti e dei requisiti di legge richiesti e disporre, se del caso, con provvedimento motivato da notificare all’interessato entro il medesimo termine, il divieto di prosecuzione dell’attività e la rimozione dei suoi effetti salvo che, ove ciò sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività e i suoi effetti entro il termine prefissatogli dall’amministrazione stessa.

Comunicazioni:

  • Al Comune ogni variazione della residenza o sede legale, nonché della ragione sociale;
  • Al Comune l’ampliamento o la riduzione della superficie di vendita/somministrazione , nonché la sospensione e la cessazione dell’attività.