Comune di Spilimbergo
Sito Web Ufficiale - Official Web Site

ISTRAGO

Il Nome

Sono molte e varie le teorie circa l'etimologia del nome Istrago. Il Carreri in un suo scritto tratto da « Francesco Ravagli,II, fasc. VIII-X » asserisce che il nome è di incertissima origine.
In un primo momento si può pensare al non molto lontano Istro, Il Danubio, ma più logicamente si può far riferimento all'Istria, quasi fosse Istrago una colonia di Istriani.
Il Pognici nella sua «Guida di Spilimbergo e suo distretto » (1872), vorrebbe derivare il nome da un emigrante dei paesi danubiani che avrebbe voluto ricordare i suoi luoghi. Lo stesso storico fa inoltre un'altra supposizione: «   poiché Istrago è detto volgarmente Istrà o Distrà », egli riferisce alla voce « distrarsi, divagarsi »quale fosse questo un luogo di riposo e divertimento.
Sappiamo comunque che dopo la fondazione di Aquileia tutto il territorio è stato diviso tramite la « centuriazione» cioè la spartitura del terreno tra le varie famiglie romane. Queste terre erano registrate in una « tabula » numerata (da cui il friulano « taviela », appezzamento); a ciascun numero corrispondeva un proprietario che probabilmente dava il suo nome alla località. Secondo il prof. Ellero nel suo libro « Individualità linguistica e storica del Friuli Occidentale» (1980) Istrago deriva da « Histrius », nome di un condottiero romano, a cui poi viene aggiunto il suffisso celto-latino in -acu.
Casualmente, una decina di anni fa, vennero alla luce nei pressi della Chiesa, alcune monete antiche. Altri sondaggi non verranno fatti per cui la possibilità di eventuali tracce circa i primi insediamenti sulle sponde del Cosa, ove si trova attualmente Istrago, non si possono che supporre.
La villa, sia pur con nome impreciso, è ricordata per la prima volta nella Bolla di Alessandro III con la quale il 27 Aprile 1174, confermava al Preposito e Capitolo di Aquileia gli antichi possessi, fra i quali nella Pieve di Traveis le pertinenze e la decima di Sucolles ( Sequals ) e di Striago ( quasi certamente Istrago ).
La conferma di questi possedimenti viene data anche da Costantino III nel 1196.
 
La Chiesa
Istrago ha comunque sempre avuto la sua Chiesa dedicata a S.Biagio come si deduce dal testamento di Walterpertoldo II di Spilimbergo nel 1920 ed aveva i possessi. Una menzione non molto onorevole viene però fatta degli abitanti di Istrago nel 1400, scomunicati perché non avevano pagato le decime ecclesiastiche.
il villaggio era soggetto all'antica matrice di Travesio (da cui fu pure smembrata la parrocchia di S.Maria Maggiore di Spilimbergo); Tauriano, staccandosi da essa, nel 1527 aggrega a lei anche S.Biagio di Istrago.
Vi è a questo punto un vuoto di notizie. Della nostra chiesa si parla nel 1873 quando essa venne eretta a curazia per diventare poi parrocchia autonome nel 1908.
La chiesa primitiva risale al 1290 ma non vi sono tracce del primitivo monumento essendo stata rifatta completamente in stile neoclassico, il secolo scorso.
Di pregevole fattura e valore sono i tre portali che la ornano, con iscrizioni e ornamenti di indubbio « gusto Lombardesco ». (dal sito www.istrago.it)


Santo Patrono: San Biagio Martire, 3 febbraio
Sagra Paesana: prime due settimane di settembre

Parrocchia: San Biagio martire

Vedute aeree di Istrago

ISTRAGO e i suoi Caduti

Monumento ai Caduti


elenco tratto dalle lapidi presso il  monumento ai Caduti

Caduti Guerra 1915-1918 

  • Soldato De Paoli Giuseppe 9/6/1915
  • Soldato Zanier Domenico 15/7/1915
  • Soldato Mirolo Federico 17/7/1915
  • Soldato Bortolussi Luigi 5/10/1915
  • Serg. Lenarduzzi Graziadio 24/10 /1915
  • Soldato Donolo Noè 26/10/1915
  • Soldato Zadro Giovanni 27/10/1915
  • Soldato Liva Gio Batta 28/10/1915
  • Cap. Mag. De Paoli Pietro 26/11/1915
  • Cap. Mag. Serafini Nicolò 9/8/1916
  • Soldato Giacomini Giovanni 3/10/1916
  • Capit. Mag. Maranzana Italo 20/12/1916
  • Soldato Bortolussi Dionisio 31/1/1917
  • Soldato Collesan Luigi 22/8/1917
  • Soldato Brunello Giuseppe 25/8/1917
  • Cap. Mag. Cominotto Gino 17/12/1917
  • Soldato Zuliani Domenico 30/12/1917
  • Soldato De Paoli Antonio 13/2/1918
  • Soldato Giacomini Umberto 26/2/1918
  • Soldato Zuliani Umberto 8/3/1918
  • Soldato De Rosa Odorico 28/6/1918
  • Soldato De Paoli Gentile 30/7/1918
  • Soldato Zanier Nicolò 16/8/1918
  • Soldato De Paoli Luigi Mont 10/10/1918
  • Soldato De Paoli Luigi Ros 13/10/1918
  • Soldato Zanier Giovanni 21/10/1918
  • Serg. Zuliani Vincenzo 24/10/1918
  • Soldato De Rosa Attilio 2/11/1918
  • Soldato Santini Luigi 11/12/1918

Morti per malattia incontrata in guerra

  • Lenarduzzi Osvaldo 29/3/1923
  • Cap. Giuseppe Marucci 23/1/1926

Caduti Guerra 1940 - 45

  • Soldato Beccaro Nicolò 29/10/1940
  • Soldato De Paoli Luigi 26/6/1941
  • Soldato Beccaro Feruccio 28/3/1942
  • Part. De Rosa Leonardo 27/7/1944
  • Part. Serafini Armando 7/4/1945

DISPERSI IN RUSSIA

  • De Michiel Ferruccio 1920
  • De Paoli Alfredo 1913
  • De Rosa Giordano 1919
  • De Rosa Vittorio 1916