Comune di Spilimbergo
Sito Web Ufficiale - Official Web Site

Commercio su aree pubbliche

Commercio su aree pubbliche mediante posteggio

Regime giuridico S.C.I.A.

Il commercio sulle aree pubbliche in forma non itinerante è soggetto ad autorizzazione amministrativa e può essere esercitato da persone fisiche, società in nome collettivo, società in accomandita semplice su posteggi dati in concessione per dieci anni.

Nella domanda l’interessato dichiara:
di essere in possesso dei requisiti per l’esercizio dell’attività commerciale e il settore o i settori merceologici e la localizzazione e la dimensione del posteggio del quale chiede la concessione. 

L’autorizzazione al commercio sulle aree pubbliche mediante l’utilizzo di un posteggio viene rilasciata dal Comune sede del posteggio e abilita anche all’esercizio in forma itinerante nell’ambito del territorio regionale.

L’autorizzazione al fine della sua validità deve contenere l’indicazione del posteggio e non può essere rilasciata qualora non sia disponibile nel mercato il posteggio richiesto o altro posteggio adeguato alle attrezzature dell’operatore.

La concessione del posteggio nei mercati è rilasciata in base ai criteri di priorità di cui all’articolo 42, commi 6 e 7 della L.R. 29/2005, ha una durata massima di dieci anni ed è rinnovabile. Non può essere ceduta a nessun titolo, se non con l’azienda commerciale. 

Sostituzione
Il titolare dell’autorizzazione sulle aree pubbliche può farsi sostituire nell’esercizio dell’attività esclusivamente da chi sia in possesso dei requisiti per l’esercizio dell’attività commerciale, salvo il caso di sostituzione momentanea, per il quale può essere delegato anche un soggetto privo dei requisiti professionali (per i soli generi alimentari).

Per sostituzione momentanea si intende quella non superiore complessivamente a 40 giorni anche non consecutivi in ciascun anno solare.

Decadenza dal posteggio
Il titolare dell’autorizzazione decade dalla concessione del posteggio per il mancato rispetto delle norme sull’esercizio dell’attività o qualora il posteggio non venga utilizzato in ciascun anno solare per periodi di tempo complessivamente superiori a quattro mesi, salvo il caso di assenza per malattia, gravidanza, maternità, servizio militare o ferie.

Divieti
Nell’esercizio del commercio sulle aree pubbliche è fatto divieto di vendere o esporre armi, esplosivi o oggetti preziosi.
In occasione delle fiere o di altre riunioni straordinarie di persone possono essere concesse autorizzazioni temporanee per l’esercizio del commercio sulle aree pubbliche. Esse sono valide soltanto per i giorni delle predette riunioni e sono rilasciate esclusivamente a chi possieda i requisiti morali e (per i soli generi alimentari) professionali nei limiti dei posteggi appositamente previsti.

MODULISTICA - selezionare formato PDF ovvero formato DOC (compilabile on line e stampabile)

ADEMPIMENTI

Presentazione della segnalazione certificata di inizio attività che deve contenere:  

  • Dati anagrafici del denunciante e dati identificativi della ditta/società solamente snc o sas);
  • Data di inizio dell’attività;
  • Dichiarazione circa il possesso dei requisiti morali e per la vendita di generi alimentari anche quelli professionali; 
  • Dichiarazione che non sussistono cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all'art. 10 della L. 575/1965 (antimafia);
  • Localizzazione e dimensione del posteggio, settore merceologico;
  • Comunicazione del titolo in base al quale avviene il subingresso (es. compravendita, affitto d’azienda, donazione ecc);
  • Data e sottoscrizione del denunciante.

Allegati da produrre con la segnalazione certificata di inizio attività: 

  • Per la vendita di generi alimentari:
    copia della comunicazione trasmessa all’A.S.S. n. 6 - Dipartimento di Prevenzione di Maniago mediante l’utilizzo del modello “Nuova Attività” o “Variazione Attività”;
  • Copia del contratto notarile di acquisto o di affitto d’azienda (in alternativa dichiarazione del notaio dell’avvenuta cessione della licenza) o atto di successione; 
  • Dichiarazione di accettazione del regolamento comunale del commercio su aree pubbliche;
  • Copia di un valido documento di identità del denunciante;
  • Per i cittadini extra comunitari:
    copia del permesso di soggiorno;
  • Eventuale nomina del preposto e dichiarazione di possesso dei requisiti morali e per la vendita di generi alimentari anche quelli professionali;

Inizio dell’attività:
L’attività può essere iniziata contestualmente o successivamente alla data di inizio attività indicata nella denuncia di inizio attività (solo per i subingressi).
Il Comune ha 60 giorni di tempo per verificare d’ufficio la sussistenza dei presupposti e dei requisiti di legge richiesti e disporre, se del caso, con provvedimento motivato da notificare all’interessato entro il medesimo termine, il divieto di prosecuzione dell’attività e la rimozione dei suoi effetti salvo che, ove ciò sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività e i suoi effetti entro il termine prefissatogli dall’amministrazione stessa.  

Comunicazioni:

  • Alla CCIAA di Pordenone copia della denuncia di inizio attività, debitamente vidimata dell’Ufficio Protocollo del comune a dimostrazione dell’avvenuto inoltro, o autorizzazione, entro 30 giorni dall’inizio attività (dalla sua presentazione al comune). 
  • Al Comune ogni variazione della residenza o sede legale, nonché della ragione sociale;
  • Al Comune le assenze giustificate, la sospensione e la cessazione dell’attività.

Commercio su aree pubbliche in forma itinerante

Regime giuridico: S.C.I.A.

Il commercio sulle aree pubbliche in forma itinerante è soggetto a presentazione della SCIA e può essere esercitato da persone fisiche, società in nome collettivo, società in accomandita semplice.
La s.c.i.a. per il commercio sulle aree pubbliche in forma esclusivamente itinerante viene presentata al Comune nel quale il richiedente intende avviare l'attività e abilita anche alla vendita al domicilio del consumatore, nonché nei locali ove questi si trovi per motivi di lavoro, di studio, di cura, di intrattenimento e svago.
L’esercizio del commercio sulle aree pubbliche è subordinato al rispetto delle condizioni e delle modalità stabilite dal regolamento del Comune nel cui territorio viene esercitato.
Il richiedente, già intestatario dell’autorizzazione al commercio su aree pubbliche mediante posteggio o del titolo abilitante all'esercizio del commercio sulle aree pubbliche in forma itinerante, non può presentare ulteriore SCIA per commercio itinerante.

MODULISTICA - selezionare formato PDF ovvero formato DOC (compilabile on line e stampabile)

  • S.C.I.A. Commercio itinerante: PDF - DOC

ADEMPIMENTI

Presentazione della SCIA che deve contenere:

  • Dati anagrafici del denunciante e dati identificativi della ditta/società (solamente snc o sas);
  • Data di inizio dell’attività;
  • Dichiarazione circa il possesso dei requisiti morali e per la vendita di generi alimentari anche quelli professionali; 
  • Dichiarazione che non sussistono cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all'art. 10 della L. 575/1965 (antimafia);
  • Settore merceologico;
  • Data e sottoscrizione del richiedente.

Allegati da produrre con la segnalazione certificata di inizio attività:

  • Per la vendita di generi alimentari: copia della comunicazione trasmessa all’A.S.S. n. 6 - Dipartimento di Prevenzione di Maniago mediante l’utilizzo del modello “Nuova Attività” o “Variazione Attività”;
  • Copia di un valido documento di identità del denunciante;
  • Per i cittadini extra comunitari: copia del permesso di soggiorno.

La domanda va presentata al Comune in cui:
il richiedente intende avviare l'attività e abilita anche alla vendita al domicilio del consumatore, nonché nei locali ove questi si trovi per motivi di lavoro, di studio, di cura, di intrattenimento e svago.  

Inizio dell’attività:
L’attività può essere iniziata contestualmente o successivamente alla data di inizio attività indicata nella SCIA.
Il Comune ha 60 giorni di tempo per verificare d’ufficio la sussistenza dei presupposti e dei requisiti di legge richiesti.  

Comunicazioni:

  • Alla CCIAA di Pordenone copia della SCIA presentata al competente Ufficio comunale entro 30 giorni dall’inizio attività;
  • Al Comune ogni variazione di recapito e ragione sociale;
  • Al Comune la sospensione e la cessazione dell’attività.

Mercatino dell'antiquariato

Ogni terzo sabato del mese
Centro storico

Commercio su aree pubbliche per manifestazioni temporanee

Modulistica

  • Richiesta autorizzazione temporanea: PDF - DOC