Comune di Spilimbergo
Sito Web Ufficiale - Official Web Site

Tintolavanderia

Tintolavanderia

Sono soggette a SCIA l'apertura e il trasferimento di sede delle TINTOLAVANDERIE di cui all'articolo 40 bis della L.R. 12/2002.

L'attività di tintolavanderia comprende i trattamenti di lavanderia, di pulitura chimica a secco e a umido, di tintoria, di smacchiatura, di stireria, di follatura e affini, di indumenti, capi e accessori per l'abbigliamento, di capi in pelle e pelliccia, naturale e sintetica, di biancheria e tessuti per la casa, a uso industriale e commerciale, nonché a uso sanitario, di tappeti, tappezzeria e rivestimenti per arredamento, nonché di oggetti d'uso, articoli e prodotti tessili di ogni tipo di fibra.

Per l'esercizio dell'attività di tintolavanderia le imprese designano un responsabile tecnico in possesso dell'idoneità professionale comprovata dalla presenza di almeno uno dei requisiti previsti dall' articolo 2, comma 2, della legge 22 febbraio 2006, n. 84 (Disciplina dell'attività professionale di tintolavanderia).

Alle imprese di lavanderia dotate esclusivamente di lavatrici professionali ad acqua ed essiccatori destinati a essere utilizzati direttamente dalla clientela previo acquisto di appositi gettoni, denominate lavanderie self service, si applicano le disposizioni di cui all' articolo 79, comma 1 bis, del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 (Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno).

L'esercizio dell'attività di tintolavanderia e di lavanderia self service è disciplinato con regolamento comunale (in fase di predisposizione…), da adottarsi sentite le organizzazioni di cui all'articolo 2, comma 2, operanti a livello locale. Il regolamento prevede:

  • le superfici minime dei locali;
  • i requisiti di sicurezza e igienico-sanitari dei locali nei quali viene svolta l'attività, delle apparecchiature, degli impianti e dei mezzi di trasporto delle imprese che effettuano la raccolta e la riconsegna di abiti e di indumenti, di tessuti e simili, mediante recapiti fissi o servizi a domicilio in forma itinerante;
  • la disciplina degli orari;
  • l'obbligo e le modalità di esposizione delle tariffe professionali.

Per ogni sede o unità locale dell'impresa in cui viene esercitata l'attività di tintolavanderia è designato, nella persona del titolare, di un socio partecipante al lavoro, di un familiare coadiuvante o di un dipendente o addetto dell'impresa, almeno un responsabile tecnico in possesso della idoneità professionale, il quale svolge prevalentemente e professionalmente la propria attività nella sede indicata.

L'esercizio dell'attività di tintolavanderia è subordinato alla presentazione della Scia indicante il responsabile tecnico e attestante la conformità agli obblighi e ai requisiti previsti dal regolamento comunale.

Non è ammesso lo svolgimento dell'attività di tintolavanderia in forma ambulante o di posteggio.

I servizi di raccolta e di recapito dei capi, se svolti in sede fissa da imprese qualificate, sono gestiti dal titolare, da un socio partecipante al lavoro, da un collaboratore familiare, da un dipendente o da un addetto delle medesime imprese, oppure, qualora siano svolti in forma itinerante, sono affidati ad altra impresa, anche di trasporto, in base a contratto di appalto.

Presso tutte le sedi, le unità locali e i recapiti ove si effettua la raccolta o la riconsegna di abiti e di indumenti, di tessuti e simili, è apposto un cartello indicante la sede dell'impresa ove è effettuata, in tutto o in parte, la lavorazione. Nel caso di attività svolte in forma itinerante, l'indicazione di cui al presente comma è riportata sui documenti fiscali.

PROCEDIMENTI E MODULISTICA

  • CLICCA QUI per collegarti allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Spilimbergo
    e consultare le schede dei procedimenti e accedere alla relativa modulistica

ADEMPIMENTI

Inizio dell’attività:

L’attività può essere iniziata contestualmente o successivamente alla data di presentazione della SCIA.
Il Comune ha 60 giorni di tempo per verificare d’ufficio la sussistenza dei presupposti e dei requisiti di legge richiesti.   

Comunicazioni:

  • Al Comune ogni variazione di recapito e ragione sociale;
  • Al Comune la cessazione dell'attività entro 90 giorni dal suo verificarsi.