Comune di Spilimbergo
Sito Web Ufficiale - Official Web Site

Ultime notizie

19-10-2017

Comunicato stampa

Paîs di rustic amour: il Comune di Spilimbergo è coordinatore della proposta di cooperazione territoriale locale

 
“Paîs di rustic amour – Sistemi integrati di cooperazione territoriale per uno sviluppo locale sostenibile ed inclusivo” è il titolo del progetto che unisce diciannove enti tra Comuni, Istituti scolastici e di ricerca pubblici, Agenzie pubbliche di interesse territoriale, turistico, culturale e sociale, Associazioni senza scopo di lucro ed Organizzazioni professionali.

Come la “Fontana di rustic amòur” citata da Pasolini, nulla è più autentico del sapere contadino che questo progetto intende riscoprire e valorizzare per realizzare un distretto rurale innovativo di economia sostenibile e solidale capace di capitalizzare le risorse della società civile e di tutelare la biodiversità territoriale.

Il progetto prevede un programma di interventi che rientrano nel Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione e che hanno come denominatore comune:

  1. la riscoperta dei valori del patrimonio rurale: ambiente e biodiversità, architettura e paesaggio rurale, tipicità produttive e sicurezza alimentare, persone e mutualismo
  2. la sperimentazione di modelli di sviluppo socioeconomico del territorio in cui l’agricoltura non è solo uno strumento di produzione alimentare ma è anima di un ecosistema territoriale in cui si sviluppano nuovi paradigmi economici (economie sociali) che considerano gli aspetti di sostenibilità biofisica e socioeconomica accanto ai temi dell’inclusione sociale e dell’uguaglianza
  3. la valorizzazione delle risorse umane, ambientali e territoriali attraverso la promozione di percorsi di sostenibilità e la creazione e gestione di reti di luoghi, servizi e attori, basati su partenariati pubblico-privato-cittadini a garanzia del fatto che le azioni del singolo producano oltre al valore privato anche un valore aggiunto pubblico per la comunità locale.

Il progetto interessa nove Comuni della destra Tagliamento, tra cui Spilimbergo, che riveste il ruolo di coordinatore della proposta, San Vito al Tagliamento, San Giorgio della Richinvelda, Casarsa della Delizia, San Martino al Tagliamento, Valvasone Arzene, Cordovado, Sesto al Reghena, Chions.

Il progetto propone interventi che in modo sistemico collegano l’agricoltura, al territorio e alla società.
A tal fine entrano nel partenariato l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n.5 “Friuli Occidentale”, i servizi sociali gestiti dall’UTI Tagliamento, il Forum Nazionale Agricoltura Sociale e Confcooperative Friuli Venezia Giulia per ciò che attiene i percorsi di integrazione tra agricoltura e sociale; PromoTurismoFVG, il Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia e Arcometa-Consorzio turistico tra le Proloco dello Spilimberghese per i percorsi di integrazione tra agricoltura, turismo, storia ed ambiente che portano a sistema iniziative quali la Strada del Vino e dei Sapori, la proposta di una Riserva della Biosfera (Programma Man And Biosphere, MAB) UNESCO per il fiume Tagliamento, le tradizioni storiche e culturali locali di alcuni tra i Borghi più belli d’Italia da Valvasone Arzene a Cordovado solo per citarne alcuni; l’Istituto d’Istruzione Superiore IIS “Il Tagliamento” che, assieme alla CCIAA di Pordenone e all’Azienda Speciale ConCentro della CCIAA di Pordenone, contribuirà a costruire il cosiddetto polo del “sapere” a supporto e coordinamento delle attività di impresa.

Il progetto “Paîs di rustic amour”, che è stato fortemente voluto dagli amministratori degli enti locali e sostenuto dalle organizzazioni pubbliche e private del territorio che ci hanno creduto aderendo al partenariato, si è giovato del coordinamento del Sindaco Renzo Francesconi e di Armando Spagnolo consigliere delegato alle politiche agricole