Comune di Spilimbergo
Sito Web Ufficiale - Official Web Site

L'Ambiente

Piano per il contenimento dei colombi sul territorio comunale

Colombi

L’Amministrazione comunale di Spilimbergo, in attuazione dei disposti dell’ordinanza n. 62 del 01.09.2016, del Piano Regionale di controllo del colombo in città annualità 2014-2019, e del monitoraggio iniziale della popolazione dei colombi nel centro abitato svolto, previo affidamento a ditta specializzata a dicembre 2016, attuerà a partire dal corrente mese il Piano di contenimento dei colombi sul territorio comunale al fine di tutelare la salute pubblica e il decoro urbano.

Il piano prevede le seguenti fasi:

  • somministrazione di mangime antifecondativo OVISTOP (farmaco antifecondativo a base di nicarbazina registrato per l’utilizzo nei piccioni dal Ministero della Salute A.I.C. n. 1203570014. OVISTOP permette il contenimento delle nascite dei colombi riducendo la schiusa delle uova deposte dai piccioni trattati senza pericoli e favorendo il minor aumento del numero degli stessi.

Va sottolineato che la maggioranza delle associazioni animaliste e ambientaliste è favorevole a questo metodo di contenimento farmacologico poiché è efficace senza essere nocivo.

Sulla base degli studi e della sperimentazione attuata nel corso degli anni il farmaco OVISTOP non produce nessuna tossicità per i piccioni trattati, nessun rischio per i mammiferi e per l’uomo in quanto la tossicità della Nicarbazina si manifesta ad un dosaggio impossibile da raggiungere con la somministrazione di Ovistop; nessun rischio per i rapaci e gli altri uccelli in quanto la quantità di Nicarbazina assunta da un predatore che ingerisce un piccione trattato con Ovistop è insufficiente ad esplicare un effetto antifecondativo, lo stesso vale per i resti do Ovistop rimasti a terra che per le dimensioni non possono essere ingeriti dai piccoli uccelli granivori presenti in ambito urbano come passeri, verdoni, fringuelli, tortore e da uccelli insettivori quali merli, pettirossi, cinciarelle; nessun rischio per l’ambiente in quanto la quantità di Nicarbazina immessa nell’ambiente da una popolazione di piccioni trattati è almeno 100 volte inferiore al limite stabilito dalla normativa CEE vigente in materia.
Il controllo delle nascite con OVISTOP si dimostra la strategia più efficace supportata dai dati scientificamente documentati che prevedono una diminuzione annua fino al terzo anno di trattamento, del 25-30% degli animali della colonia trattata.

Il farmaco Ovistop che si presenta sotto forma di chicchi di mais verrà distribuito dagli operatori comunali adeguatamente formati, direttamente a terra nelle aree individuate (Corte Europa, Municipio, Torre Orientale, via Cinta di Sotto (Villa Businello), via Stella, via Mazzini (complesso ATER), Piazza Garibaldi, via Udine (complesso ex Filanda Nuova Alba), generalmente la mattina all’alba prima che i colombi migrino verso le campagne in cerca di cibo. Lo stesso personale verificherà ogni giorno l’assunzione del mangime provvedendo alla rimozione del mangime eventualmente rimasto a terra.

  • Controllo attività in corso d’opera;
  • Monitoraggio della popolazione di colombi successivo al trattamento per verificare i risultati del trattamento e adeguare la strategia per l’anno successivo.

Per maggiori informazioni rivolgersi direttamente all’ufficio ambiente p.i. Floriani Stefano tel.0427 591278

Documentazione:

Il Comune di Spilimbergo è stato premiato al Galà dell'Energia

Attestato

A seguito dell’adesione di questa Amministrazione comunale al 

Progetto transfrontaliero Italia Austria “COME” - La via per l’efficienza energetica nei Comuni 

che prevede l’attivazione e la realizzazione di una serie di iniziative ambientali volte al risparmio e al miglioramento dell’efficienza energetica sul territorio comunale, il Comune di Spilimbergo è stato premiato come uno dei più virtuosi della Regione nel corso del Galà dell’Energia tenutosi mercoledi 13 novembre 2013 a Tarcento, organizzato dalla Provincia di Udine e da APE FVG Agenzia per l’Energia del Friuli Venezia Giulia. 

Le iniziative già intraprese dall’Amministrazione comunale nel corso di questi ultimi anni che hanno contribuito al raggiungimento dei risultati raggiunti sono i seguenti: 

  • Adesione al Patto dei Sindaci che si prefigge 3 obiettivi entro il 2020:

    •  riduzione delle emissioni CO2 di almeno il 20%; riduzione calcolata dal 2005 al 2012 del 14,50%
    •  riduzione consumi energetici del 20%;
    •  aumento di energia da fonti rinnovabile del 20%;

  • Energy management del patrimonio pubblico;
  • Catasto dell’illuminazione pubblica con interventi di sostituzione corpi illuminanti;
  • Redazione bilancio energetico e inventario delle emissioni;
  • Predisposizione del Regolamento Edilizio Energia;, 
  • Redazione di un Piano d’Azione per l'energia sostenibile;
  • Installazione di impianti fotovoltaici su edifici comunali;
  • Adesione al gruppo di acquisto fotovoltaico per i cittadini;
  • Raccolta differenziata rifiuti del 76,5%
  • Due case dell’acqua;
  • Stipulato atto di concesssione diritto di superficie area ex caserma De Gasperi Vacile di proprietà comunale a ditta privata per la realizzazione di un parco fotovoltaico da 10 MW/h con la demolizione totale delle strutture esistenti e la contestuale bonifica delle diverse coperture in eternit.

Oltre queste iniziative che comunque andranno ulteriormente implementate, l’Amministrazione comunale ha in previsione una riconversione del sistema di illuminazione pubblica da lampade tradizionali a nuovi corpi illuminanti e lampade a basso consumo, riqualificazione energetica degli edifici comunali, interventi sulla mobilità locale anche grazie alla realizzazione di piste ciclabili e pedociclabili, una rete di teleriscaldamento derivante dall’impianto termovalorizzatore MISTRAL, oltre a promuovere iniziative in campo di sensibilizzazione scolastica e alla popolazione (Sportello Energia) che consentiranno al Comune (inteso come l’insieme di tutti i soggetti pubblici e portatori di interesse dai cittadini, alle imprese) di andare verso un futuro più tutelato e sostenibile per migliorare la qualità di vita della nostra comunità.

Piano comunale di Emergenza

Pagina Web del Piano comunale di Emergenza

Consulta on line il Piano Comunale di Emergenza

Numeri di emergenza, dati sulla pericolosità sismica e idrogeologica del territorio, le aree di emergenza, pianificazione e modelli di intervento, cartografia, ecc.

Nuovo sistema raccolta rifiuti: ordinanza sindacale

  • Ordinanza sindacale n. 23 del 17/3/2015 integrazione all'Ordinanza sindacale n. 83 dell'11/9/2014 ""Obblighi e metodologie da attuare per il nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti. Divieto di abbandono e deposito incontrollato di rifiuti"
  • Ordinanza sindacale n. 83 dell'11/9/2014
    "Obblighi e metodologie da attuare per il nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti. Divieto di abbandono e deposito incontrollato di rifiuti"

La raccolta differenziata dei rifiuti nel territorio comunale

Frontespizio opuscolo informativo

dal 1° luglio 2014 --> Avvio NUOVO SISTEMA DI RACCOLTA DEI RIFIUTI

L’Amministrazione Comunale è da tempo impegnata nella tutela dell’ambiente e nella raccolta differenziata dei rifiuti. Grazie all’impegno di tutti abbiamo raggiunto risultati apprezzabili che intendiamo migliorare ulteriormente ottimizzando il servizio, per una migliore qualità di vita e salvaguardia dell’ambiente dove viviamo, semplificando l’impegno del cittadino e contenendo i costi complessivi. 

Dal 1° luglio 2014 si avvia una riorganizzazione del Servizio di Raccolta Rifiuti Urbani e differenziati con un sistema porta a porta che prevederà:

  • raccolta porta a porta di secco non riciclabile con contenitore individuale identificato tramite codice a barre; 
  • raccolta porta a porta della carta con contenitore individuale identificato tramite codice a barre, 
  • raccolta porta a porta di plastica e lattine assieme con sacchetto 
  • raccolta della frazione organica umida con bidoncini stradali con chiave e con bidoncini stradali per il vetro.

 

Visualizza / Scarica:

L'Ufficio AMBIENTE

SERVIZIO DI RACCOLTA VERDE E RAMAGLIE

Modalità di conferimento del rifiuto VERDE E RAMAGLIE da privati presso il Centro di Raccolta rifiuti Zona Ind. del Cosa

In attuazione del nuovo sistema di raccolta verde e ramaglie sul territorio comunale in vigore dal 1 gennaio 2012, si informano gli utenti interessati sulle modalità di conferimento, allegando le indicazioni operative e le eventuali dichiarazioni per il trasporto.

Modulo dichiarazione

Il Modulo è a disposizione anche presso l’ufficio Ambiente 

Servizio raccolta stradale PANNOLINI e PANNOLONI

Si informa la popolazione che con l’avvio del nuovo servizio di raccolta rifiuti affidato alla Società Ambiente Servizi di San Vito al Tagl.to, per il periodo 01.07.2014-31.12.2030, è attivo su tutto il territorio comunale il servizio di raccolta con bidoncini stradali per i pannolini e pannoloni.

I cittadini che avessero necessità potranno rivolgersi all’Ufficio Ambiente  (4° piano Municipio p.i  Stefano Floriani  e geom. Tullia Luminelli) per fare domanda e ricevere la chiave per conferire i loro rifiuti nei contenitori di cui all’elenco allegato.

Per informazioni
p.i  Stefano Floriani  tel. 0427 591278 geom. Tullia Luminelli tel. 0427 591279

ELENCO UBICAZIONE CASSONETTI 

CAPOLUOGO

  • Largo Osoppo (affianco all'umido e vetro)
  • Via Balzaro (ex panificio Longo)
  • Via Carnia (ingresso da via Barbeano)
  • Via Ciriani (piazzale vicino serbatoi acquedotto, affianco all'umido e vetro)
  • Via Cisternini (isola ecologica)
  • Via Clauzetto (Città Giardino a fianco contenitori rifiuti)
  • Via Dalmazia (fronte condominio)
  • Via dei Gelsi all'inizio da via della Favorita
  • Via Pascoli (fronte civ. 15)
  • Via Raffaello (fronte Pronto Soccorso)
  • Via Santa Chiara  (zona parcheggio)
  • Via San Giovanni Eremita (metà via sul lato sinistro)

BARBEANO

  • Piazzetta Martiri del Lavoro (affianco cassonetti esistenti)

BASEGLIA

  • Piazza Ortigara 

GAIO

  • via Oberdan vicino bacheca comunale 

GRADISCA

  • Via Vodice vicino pesa pubblica

ISTRAGO

  • via Barriera vecchia ex scuole elementari affianco cassonetti esistenti

TAURIANO

  • Piazzetta Argante vicino ai cassonetti Caritas

VACILE 

  • Via Carducci di fronte ex scuole civ. 5
  • Via Petrarca (incrocio con via Miramonti)

Raccolta toner esausti

Raccolta toner esausti presso il centro raccolta rifiuti Zona Industriale Cosa.   

Si informa la Cittadinanza che presso il Centro di raccolta rifiuti è stata istituita la raccolta dei seguenti rifiuti:

  • contenitori toner per fotocopiatrici;
  • cartucce per stampanti, fax e calcolatrici a getto d’inchiostro;
  • gruppo cartuccia toner per stampante laser;
  • cartucce nastro per stampanti ad aghi 

con apposito contenitore. 

Si invitano pertanto gli utenti a conferire questi rifiuti nel sito preposto e non gettarli nel rifiuto secco

La raccolta è destinata esclusivamente per le utenze domestiche, non per le attività

Raccolta olio minerale esausto

Raccolta olio minerale esausto (olio motore) presso il Centro di raccolta rifiuti

Si informa la Popolazione che presso il Centro Raccolta Rifiuti in Spilimbergo, Zona Industriale del Cosa è istituito il servizio di raccolta dell'olio minerale esausto (olio motore) esclusivamente per utenze domestiche

Compostaggio Domestico

Modulo richiesta adesione al compostaggio domestico (compilare e presentare all'Ufficio Protocollo):

privati cittadini che intendessero richiedere in comodato gratuito i composter  da 310 litri  e 600 litri per la raccolta e recupero del rifiuto umido e verde domestico, devono compilare la relativca richiesta e presentarla all'Ufficio Protocollo. 

Per informazioni p.i. Stefano Floriani  tel. 0427 591278 geom. Tullia Luminelli tel. 0427 591279  

Richiesta distribuzione i composter:

Piazzola ecologica: Zona Industriale Cosa

Dal 4 luglio 2011 è aperta la nuova piazzola ecologica in Zona Industriale Cosa che sostituisce quella di Via del Macello.

Info: chi può conferire, quali rifiuti, orari di apertura

Ufficio Ambiente tel 0427 591278

Interventi di rimozione e smaltimento di amianto per utenze private

SCHEDA INFORMATIVA PER INTERVENTI DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO DI MODESTE QUANTITA’ DI COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO ESEGUITA DA PRIVATI (SOLO PROPRIETARIO) PROVENIENTI DA CIVILI ABITAZIONI.

Premesso che la normativa vigente consente al privato cittadino, proprietario dell’immobile, di procedere per proprio conto alla bonifica di materiali contenenti amianto senza la presentazione del Piano di lavoro alla Azienda Servizi Sanitari n. 6 di Pordenone previsto dal D.Lgs. n. 81/2008. 

Ciò che è tenuto a rispettare sono le indicazioni contenute nel punto 7 del D.M. 06.09.1994 in cui sono analiticamente descritte le procedure operative da rispettare per l’effettuazione dello intervento in completa sicurezza. 

PROCEDURE OPERATIVE

Punto 1) Condizioni di sicurezza da osservare sempre
Le coperture realizzate con lastre in cemento amianto non possiedono caratteristiche di resistenza tali da sopportare carichi sovrastanti. E’ quindi assolutamente vietato il calpestio delle coperture che può comportare il rischio di caduta dall’alto per sfondamento

Punto 2) Protezione personale
Prima di procedere con la rimozione è necessario procedere con la protezione individuale indossando quanto fornito nel kit amianto:

  • la tuta integrale in tyvek;
  • la maschera facciale, controllando l’adesione della stessa al viso coprendo il filtro con il palmo della mano ed ispirando leggermente trattenendo il respiro per qualche secondo in modo da accertarsi che non vi siano ingressi d’aria dai bordi della maschera (RICORDA: la protezione delle vie respiratorie è fondamentale!);
  • il cappuccio della tuta i i guanti monouso.  

Punto 3) Le fasi da eseguire con attenzione

  1.  Delimitare l’accesso alla zona di intervento;
  2. Spruzzare a bassa pressione e con delicatezza sulla superficie delle lastre il prodotto incapsulante avendo cura di trattare tutto il materiale;
  3.  Rimuovere gli eventuali supporti di fissaggio, evitando la rottura delle lastre;
  4.  Non usare strumenti di taglio, anche a bassa velocità, direttamente sulla lastre in cemento amianto;
  5.  Procedere al sollevamento della singola lastra  avendo cura di effettuare l’ operazione prima che il prodotto incapsulante si sia asciugato;
  6. Stendere sul terreno il big bag fornito unitamente al kit, adagiando con cautela al suo interno il materiale rimosso;
  7. Le lastre in cemento amianto devono essere impilate completamente integre;
  8. Depositare eventuali pezzi accuminati o taglienti in vista sul lato superiore delle lastre impilate;
  9.  Al termine delle operazioni  di rimozione, continuando ad indossare la maschera (che deve essere tolta per ultima), inumidire con lo spruzzo la tuta e procedere a togliere  la tuta  all’interno della zona delimitata;
  10. Togliere la maschera;
  11. Riporre la tuta e tutti gli latri componenti del kit monouso sul lato superiore delle lastre, in attesa degli operatori della ditta interpellata che provederanno a fissare l’imballaggio, al prelievo del carico e al suo smaltimento. 

Documentazione: 

Lotta alla Zanzara Tigre e al virus Zika

Lotta alla Processionaria del Pino

Frontespizio locandina dell'ERSA

ERSA FVG
Agenzia Regionale per lo Sviluppo Rurale
Servizio Fitosanitario e Chimico, Ricerca, Sperimentazione e Assistenza Tecnica

Opuscolo infomativo:
PROCESSIONARIA DEL PINO
Scheda tecnica a cura di Iris Bernardinelli

Lotta alla Piralide del Bosso

Piralide del bosso

Nelle note tecniche emanate dal Servizio di Consulenza della Provincia di Pordenone per la gestione del verde pubblico:

  • Come riconoscere l’insetto e i danni
  • Ciclo biologico dell’insetto e periodi di maggior vulnerabilità
  • Strategie per una corretta difesa

Lotta alla Cimice marmorata asiatica (Halyomorpha halys)

La cimice marmorata asiatica

ERSA FVG
Agenzia Regionale per lo Sviluppo Rurale
Servizio Fitosanitario e Chimico, Ricerca, Sperimentazione e Assistenza Tecnica

IL TERMOVALORIZZATORE

logo della società Mistral FVG srl che gestisce l'impianto di Spilimbergo

dal sito della MISTRAL FVG:
Scopri le caratteristiche dell'ìmpianto di Spilimbergo, il recupero energetico, le emissioni, lo stoccaggio, i rifiuti trattati

Dal sito della REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

logo della Regione Friuli VG

Consulta la sezione AMBIENTE E TERRITORIO

Educazione ambientale in Friuli Venezia Giulia

L'A.R.P.A. della REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

Logo Arpa FVG 2017

Consulta il sito dell'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente (ARPA) del Friuli Venezia Giulia

IL MINISTERO DELL'AMBIENTE

logo Repubblica Italiana

Vai al sito del Ministero dell'Ambiente